Passenger – Recensione

 Sinossi

“In una terribile notte, la giovanissima Etta Spencer perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino a ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare alla propria epoca, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, giovane capitano della nave, alla disperata ricerca di un oggetto misterioso e di inestimabile valore, in grado di salvare il suo futuro. Ma i tentativi di Etta per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio e tempo, tradimento e amore.”

Titolo: Passenger

Serie: Passenger #1

Autore: Alexandra Bracken

Formato: Copertina Rigida

Pagine: 409

Editore: Sperling & Kupfer (28 Marzo 2017)

Collana: Pandora

Prezzo: 18,90 Euro

Tempo Di Lettura: 7 Giorni

________________________________

Questo è il primo dei due libri che compongono la duologia scritta da Alexandra Bracken e che sta raccogliendo grandissimo successo in tutto il mondo.

Il tema del libro sono i viaggi nel tempo, un argomento sempre molto eccitante e misterioso. Qui si racconta l’avventura di Etta Spencer che dalla New York dei giorni nostri viene catapultata nel passato alla ricerca dell’ultimo astrolabio rimasto. Farà salti di tempo e spazio incredibili arrivando in epoche impensabili e in luoghi pericolosi interpretando dei messaggi che creano una mappa ed indicano la strada per trovare il tanto desiderato astrolabio.

Etta è una delle poche persone che possono viaggiare nel tempo, così come lo è Nicholas ed anche Sophia, gli altri due personaggi che l’affiancheranno in queste avventure.

Etta è una ragazza di diciassette anni, è molto dolce, ma allo stesso tempo è forte e tenace, indipendente ed intelligente. Affronta la sua nuova vita con l’intraprendenza di chi è già adulta e la forza d’animo di chi sa chiaramente cosa vuole da sé stessa e dalla vita. Ma non è così, è forse solo un’apparenza, un moto impulsivo di comportarsi, un bluff, perché ora che Etta non ha più la sua vita, non ha nulla da perdere e pur di riprendere in mano le redini della propria esistenza e delle persone a cui vuole bene, proverà a dare tutta sé stessa, con tutta la forza, perché alternative non ci sono.

Nicholas è un ragazzo del diciottesimo secolo, ha quasi vent’anni ed è riuscito a liberarsi dal giogo della schiavitù che allora incatenava  tutte le persone nere. Lui è una persona forte, gentile e combattiva, ma c’è altro sotto questa sua maschera, c’è una persona insicura, una persona che ha sofferto e soffre ancora, c’è una persona che ha dei segreti.

Sophia non ha moltissimo spazio in questo libro, ma ha un ruolo determinante, e credo lo abbia ancora di più nel secondo libro. Sophia è un personaggio odioso. Il ruolo che le è stato affibbiato dall’autrice le calza a pennello, non poteva fare di meglio. Fa di tutto per essere la migliore, per mettersi in mostra agli occhi di chi ha il potere e di chi decide e comanda.

Ho impiegato ben sette giorni per leggere questo libro perché spesso la storia mi faceva venire sonno, sì, la mia attenzione aveva molto spesso dei picchi verso il basso in maniera impressionante.

L’inizio è abbastanza caotico, ci si mette un po’ per capire di cosa si parla e cosa succede. Vengono date delle informazioni che poi saranno utili successivamente, ma che inizialmente possono mettere solo confusione nel lettore.

Lo stile della Bracken è abbastanza scorrevole, se non fosse per numerosi punti in cui la storia si pianta e non va avanti se non con le spinte, ed è lì che arrivavano i miei cali di attenzione. Se mi fossi limitata a giudicare questo libro dalla scorrevolezza della storia, avrei dato solo due stelle, e anche scarse, ma la storia è bella anche se non è troppo coinvolgente, i personaggi sono ben costruiti, ma la cosa migliore è il modo in cui riescono a compensarsi e ad ingrandirsi a vicenda. Bello in egual modo è il finale che lascia tutto con il fiato sospeso e sorprende anche.

La mezza stella che ho dato oltre alla terza nel giudizio finale è per la bellezza della copertina, concedetemelo! Sono sicura che il secondo libro darà una svolta importante all’andamento di tutto il racconto, e avrà un ritmo più sostenuto.

xoxo Connor

Foto by Connor

Disclaimer/Disclosure: Questo articolo è stato acquistato da Connor a scopo di uso personale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...